Non so voi, ma a me i post sulle routine viso e skincare piacciono moltissimo. Amo guardare cosa combinano le altre ragazze sulle loro facce al mattino e alla sera e mi piace prendere ispirazione, penso proprio che i prodotti migliori li ho scoperti così. Ho deciso, quindi, di pubblicare questo breve post per illustrarvi la mia routine viso autunnale, spero vi piaccia e che troviate qualche ispirazione 😉

Prima dell’elenco, però, mi piace ricordarvi che la mia pelle è grassa, soffro di acne microcistica e ho la tendenza a riempirmi di imperfezioni e lucidarmi. Quindi alla mia pelle piacciono prodotti sgrassanti-ma-non-troppo, astringenti e purificanti, gel leggeri e in generale prodotti idratanti ma senza troppi oli. Mi pare doverosa questa premessa per poter inquadrare meglio perché uso certi prodotti e perché mi trovo bene, visto che non siamo tutte uguali!

Routine mattina!
Alla mattina, anche se sono assonnata, non c’è santo che tenga e svolgo diligentemente tutta la mia routine, oramai è diventata un’abitudine e lo faccio col pilota automatico inserito.

routineautunno2

Prima di tutto, indosso una fascia per tenere indietro i capelli ed evitare di bagnarli.

Pulisco il viso con il detergente della Skinfood, una marca coreana che sto apprezzando particolarmente, in particolare l’Egg White Pore Hard Foam (tradotto: detergente schiumoso adatto per chi ha problemi con i pori, a base di bianco d’uovo). La dicitura “hard” serve a distinguerlo dalla versione “normale”, che trovate qui e dovrebbe essere più delicata. Oramai l’ho finito (se notate il barattolo è bello strizzato) e mi ci sono trovata benissimo. Sgrassa al punto giusto, rinfresca e lascia la pelle liscia e purificata. Amore, insomma.

Dopo, è il momento del tonico (non presente nella foto). Sto finendo la Lozione purificante della Avene, svolge bene il suo dovere, è astringente, ma probabilmente finito questo passerò ad altro.

Come ampoule (se non ricordate cosa significa, vi consiglio di leggere questo post sulla routine coreana, dove è tutto spiegato), sto usando la Holika Holika One Solutione Clear Ampoule. All’inizio non mi aveva entusiasmato, ammetto di averla presa per il basso costo e convinta andasse bene per le imperfezioni tipo punti neri. Invece sembra essere più specifica per i brufoli. Ecco, per quelli è micidiale: li secca in un baleno ed opacizza la pelle, ottima! L’ho rivalutata da quando uso il Trattamento notte di Domus Olea (ne parlo più giù nel post) e mi sono spuntati tanti brufoletti, ecco che questa ampoule da prodotto un po’ boh è diventata una valida alleata. Trovate anche una recensione di Winterskin Make-up qui.

Come crema uso questo gel di Etude House, che nel frattempo ha cambiato packaging e si chiama Zero Sebum gel cream. Ottimo! Idrata, non unge, non lucida. Davvero consigliato.

Più per piacere che per reale utilità ho comprato anche il famoso Panda’s Dream So Cool Eye Stick di Tony Moly, che dovreste trovare anche da Sephora ormai. Non fa molto (ma lo sapevo), diciamo che dà una piacevole sensazione di freschezza che al mattino fa piacere.

Routine serale!

Se al mattino sono diligente e uso un sacco di prodotti, come avete visto, alla sera sono molto minimal perché spesso crollo di sonno e vorrei saltare la routine skincare in blocco. Perciò è importante per me tenerla al minimo e usare pochi prodotti semplici. Non trovate la fase struccaggio perchè, semplicemente, non mi trucco spesso e quindi non fa parte della mia routine.

routineautunno3

Per la detersione vado su qualcosa di più strong: Volcanic Lava Pore Scrub Foam di Jeju, quindi sempre un prodotto foam ma con la funzione anche di un leggero scrub – si può usare tutti i giorni, tranquille. Lo scrub è delicato ed efficace, amo i coreani anche per questo, e se vi siete struccate è ottimo per togliere anche gli ultimi residui di struccante.

A settembre ho deciso di iniziare questo trattamento a base di acidi di Domus Olea Toscana: il Trattamento Rinnovatore Notte della nuova linea Sebo Lift. Ho letto recensioni entusiastiche di questo prodotto: adatto per chi ha bisogno di un’esfoliazione profonda e di rinnovare la pelle, ma senza essere troppo aggressivo e soprattuto adatto sia per chi ha problemi di pelle grassa con imperfezioni sia per chi incomincia ad avere le prime rughe e vuole anche qualcosa di idratante. Lo sto usando da un mese circa e lo trovo ottimo. Pizzica leggermente appena messo, bisogna usarlo sulla pelle pulita senza usare tonici o creme prima, e bisogna stare molto attenti al sole. Va usato per cicli di circa 2 mesi che si possono ripetere nel corso dell’inverno, ovviamente è vietatissimo d’estate come tutti i trattamenti a base di acidi. Perchè ho detto prima che l’ampoule secca-brufoli mi è stata d’aiuto? Perchè purtroppo durante le prime due settimane circa di trattamento la pelle “spurga” tutte le imperfezioni, quindi è facili riempirsi di odiosi brufoletti. Niente paura, è un effetto momentaneo e soprattutto segno la crema sta lavorando bene, ma per ridurre al minimo i segni usare qualcosa che secchi subito i brufoli aiuta.
Io ho già notato una pelle molto più liscia, con meno imperfezioni, più luminosa e le cicatrici da acne risultano attenuate. So che il prezzo è altino, ma se avete anche voi questo tipo di problemi ve lo consiglio di cuore!

Una o due volte alla settimana, poi, uso lo Sleeping Pack di Tony Moly di cui vi ho già parlato qui, per dare una bella botta di idratazione.

Bene, e con questo chiudo questo elenco di cose che mi spiaccico in faccia mattina e sera! Voi invece cosa usate? Abbiamo qualche prodotto in comune? C’è qualcosa che proprio amate o odiate? Ditemelo perchè – come vi dicevo all’inizio –  sono avida di consigli e di provare prodotti nuovi, specie per la skincare, che è l’ambito che amo di più!

Se ti è piaciuta questa recensione leggi anche :

Come fare un beauty makeup base
Acqua Detox

Laureata in Giurisprudenza, fa la pratica legale a Genova (ma solo perché Matt Murdock non l’ha presa).
Ama: impegnarsi in qualcosa, la musica indie italiana, fingere di essere un gatto e il caramello salato.
Odia: le brioche con poco ripieno, il lunedì mattina e il piumone freddo d’inverno.