Come dicevo nella sua recensione, per qualche mese ho sospeso l’uso del siero Innisfree per testare altri prodotti. Nella fattispecie, i primi che ho provato, perché mi incuriosivano da matti, sono i patch per gli occhi. L’idea di avere una minimaschera specifica per la zona occhi, che si sa, è una delle più delicate del viso, mi intrigava parecchio. Ne ho provati dapprima tre, ma confesso di non essere riuscita a capire bene se facevano effetto oppure no, così ho deciso di sacrificarmi per la causa e acquistarne una ventina, da provare per un po’ di tempo in maniera continuativa, in modo da poter effettivamente verificare se questo fantomatico collagene funzionava oppure no.

Ebbene, funzionare, funziona: i patch si presentano come delle maschere in cotone leggerissimo, hanno una forma direi anatomica e sono davvero impregnati di prodotto. spesso e volentieri io li ho reinfilati nella confezione e li ho riutilizzati la sera dopo. Lo so, lo sconsigliano, ma il prodotto era davvero tanto e a volerlo usare come crema ci avrei messo due o tre giorni e mi sembra peggio fargli prendere così tanta aria e magari polvere… quindi…!
Il prodotto è trasparente e vischioso, anche se più liquido del siero Innisfree e gocciola un po’ se non fate attenzione. I patch si lasciano posizionare bene e sono molto comodi. Scendono leggermente dopo un pochino, ma è semplice risistemarli. Io li ho utilizzati leggendo prima di dormire o guardando la tv, quindi non so dirvi se tengono bene anche muovendosi, ma per un uso tranquillo vanno benissimo. Dopo mezzoretta circa si asciugano e sconsiglio di tenerli oltre, con il rischio che si appiccichino alle pelle dando un effetto rugoso… Non è quello che vogliamo ottenere!

Innanzi tutto non fanno assolutamente nulla contro le occhiaie, quelle restano lì dove sono. E lì per lì non si notano grandi risultati, se non che la pelle è morbida e idratata. A parer mio il vero effetto si nota il giorno successivo, dove le piccole rughette d’espressione sono visibilmente più distese e minimizzate. Questo è ancora più evidente se vengono usati in maniera continuativa, almeno una o due volte la settimana, per qualche settimana di fila. L’effetto è di un antirughe vero e proprio, che riempe e rimpolpa per bene tutta la zona.

In definitiva: sulla mia pelle secca ha funzionato, ma i risultati si vedono solo dopo 4-5 applicazioni fatte con costanza. L’effetto è buono, ma a parità di risultato i cerottini sono più scomodi e costosi del siero, quindi non credo che li userò spesso, se non magari in periodi molto intensi in aggiunta al siero, proprio per dare una sferzata di energia al viso! Inoltre il siero lo posso usare anche sul resto del viso e sul contorno labbra, mentre i patch stanno solo sugli occhi e l’applicazione del semplice gel sul viso mi sembra molto meno efficace rispetto al siero, meno idratante e rimpolpante.

Se ti è piaciuto leggi anche:
Oh mio bio: una spiegazione sul perchè uso o non uso bio
[Diario di una riccia 2] 3 prodotti biofficina toscana per capelli ricci

Scrittrice famosa (per ora solo nella sua testa…)
Ama: scrivere, salire a piedi nudi sul tatami, i vecchi videogiochi, il cioccolato e quando il d20 rotola finalmente sul venti.
Odia: il suo lavoro, le giornate con meno di nove ore di sonno, sentirsi ripetere le cose due volte e pesarsi.