Noi di Skincare&Psicofarmaci ci tenevamo molto a fare una recensione di gruppo sui prodotti che abbiamo provato di Domus Olea Toscana. Giulia è stata la prima a presentarci questa marca per la skincare, una ditta italiana, ecobio e supportata dall’Università di Firenze. Definiscono il loro prodotto cosmeceutico  e lo descrivono come

un prodotto cosmetico dall’elevato contenuto di principi attivi e da spiccate proprietà funzionali quali per esempio prevenire l’invecchiamento della pelle, riparare lesioni superficiali dell’epidermide, svolgere una funzione antibatterica e antinfiammatoria, senza però avere le controindicazioni di un farmaco.

Abbiamo fra tutte e tre diverse esigenze di pelle/corpo quindi abbiamo avuto la possibilità di sperimentare lo stesso prodotto per esigenze diverse. Speriamo che questa recensione beauty a tre mani vi possa essere utile!

Sebo – Lift crema giorno

Pam: Quando ho scoperto una crema viso antiage ma adatta alle pelli grasse ho gridato al miracolo. L’età avanza e anche se non ho particolare tendenza alle rughe la pelle del viso tende ad essere più rilassata. Dovevo cercare di rallentare questo processo a tutti i costi! Come avevo detto nel post sul tonico la mia pelle tendenzialmente grassa sopporta a malapena le creme, e se queste sono troppo ricche l’insorgere dei punti neri è dietro l’angolo. Le creme antiage in media sono molto ricche e quindi non hanno mai fatto per me, la mia pelle le sputa fuori immediatamente, sopratutto in estate. Rassicurata dai vari commenti positivi trovati online ho deciso di provare la crema giorno Sebo Lift che unisce le caratteristiche di una crema per pelle grasse, ossia riduce i pori e tiene a freno il sebo in eccesso, a quelle di una crema antiage per ritardare l’insorgere delle rughe e aiutare l’elasticità della pelle. Ebbene, fa quello che promette ed egregiamente: usata con costanza ha aiutato le mie guanciotte un po’ cadenti a rimanere in posizione, il sebo è nettamente sotto controllo e i punti neri non sono comparsi. Mi piace la sensazione sulla pelle: si asciuga velocemente e non lascia unto, la pelle è morbida e vellutata. Per me merita il suo prezzo, e l’ho consigliata anche a due altre mie amiche con problemi simili al mio e ne sono rimaste piacevolmente colpite anche loro. Quindi test passato a pieni voti!

Giulia: la mia invece è una recensione solo parziale, perchè ero curiosa di provarla e mi sono fatta dare un assaggino da Pam, quindi l’ho usata un giorno soltanto, verso fine maggio, quando già faceva caldo – e col caldo la mia pelle non è grassa, no, di più! La crema ha una bella consistenza ed idrata rimanendo leggera sulla pelle (ricorda vagamente quei fondotinta cream to powder, presente?), poi ho apprezzato molto il fatto che avesse il fattore di protezione solare, cosa rarissima in una crema! Purtroppo, complice il caldo, l’umido, il sudore e la mia pelle eccessivamente unta, l’ho tollerata poco – ma questo non vi dovrebbe stupire o allarmare, perchè io in estate non tollero nessun tipo di crema, al massimo dei prodotti in gel super leggeri come vi ho spiegato qui.

Siero rassoda – lift contorno occhi

Pam: Ultimamente avevo notato che con la stanchezza le occhiaie erano perennemente presenti. Quel mix di lieve gonfiore e pelle sopra lo zigomo leggermente incavata. Fortunatamente il colorito non è mai virato verso il violetto, ma comunque l’aspetto in generale è quello di uno sguardo più stanco. Ho deciso quindi di provare, dopo la bella esperienza con la crema giorno, anche il contorno occhi rassodante. Mi piace l’applicatore a pallina che sgonfia con il freddo, e che comunque è comodo e igienico. Nella descrizione parlano di un “pigmento correttore del colorito: coprente e uniformante, riduce con un effetto naturale la visibilità delle occhiaie e dei capillari per uno sguardo più fresco e illuminato” che devo ammettere mi sono effettivamente immaginata come una crema colorata e coprente, invece con gran stupore risulta incolore, ma comunque illumina la zona come se fosse leggermente più chiara e “brillante” (prendete il mio brillante mooolto alla leggera, non vi trovate con dei brillantini nel contorno occhi giuro). Quindi l’effetto è molto naturale e adatto anche a chi non vuole utilizzare correttori. Come per tutti i contorno occhi il loro top si raggiunge dopo varie applicazioni, quindi non aspettatevi il miracolo alla prima. Ci vuole costanza, mattina e serva per svariati giorni di seguito, ma la costanza paga e l’aspetto delle mie occhiaie è migliorato. Non grido al miracolo perchè le occhiaie sono ancora lì anche se ridotte ma sicuramente continuerò ad utilizzare questo prodotto perchè valido, non unge, si asciuga velocemente e aiuta ad avere uno sguardo più fresco. Per me promosso.

Giulia: anche per me questo prodotto per il contorno rimane decisamente promosso! Oltre ai benefici che ha già elencato Pam, io aggiungo che l’applicatore roll on è molto rinfrescante e rilassante da massaggiare sul viso, specialmente se volete fare le vere pro e tenete questo prodotto in frigo. I vantaggi più grandi io li ho riscontrati sul fronte borse&gonfiore: del colorito delle mie occhiaie mi interessa relativamente, ma se è un periodo in cui sono nervosa o dormo poco, allora le borse tipo “sono una tossica che si fa di eroina” sono le mie compagne perpetue. Ecco, questo prodotto SGONFIA e fa sembrare la pelle più sana e compatta, non della consistenza di un budino violaceo pronto a cadere dalla vostra faccia, ecco. Ovvio, bisogna essere costanti!

Sebo – lift trattamento rinnovatore notte

Giulia: QUESTO è il prodotto che mi ha fatto letteralmente innamorare di questa marca. Ne avevo già parlato qui ma vale la pena riparlarne! Si tratta di una crema fluida a base di – cito – “estratti di foglie d’olivo, castagno, cipresso, rucola, acido salicilico, acido lattico, acido glicolico, mix attivo con AHA, acido azelaico, Vit. A, E, C, PP, zinco, magnesio, sodium PCA, pantenolo, betaina naturale, acido ialuronico, miele, olio di girasole e di vinaccioli”. Io lo adoro perchè rinnova davvero la pelle, anzi, la prima settimana ti fa buttare fuori roba che non pensavi di avere e vorresti morire o quantomeno uscire col burka, ma poi non fa che migliorare. Affina tantissimo la grana della pelle, che è più luminosa, compatta e con meno imperfezioni. C’è scritto antiage ma secondo me dai 25 in su va benissimo. Potrebbe bruciare un pochettino, specie le prime applicazioni, quindi state attente – un’altra cosa che mi piace è che non è così acido da non poter essere usato in estate col sole come altri trattamenti, ma è comunque a base di acidi quindi usate sempre la protezione solare (che poi dovreste usarla a prescindere ma vabbè, usatela doppiamente!). Io sto facendo cicli di circa due mesi e non penso lo toglierò mai dalla mia routine!

Sara: Sotto consiglio di Giulia, pur temendo per la mia pelle irascibile, delicata, secca, con cuperose ecc ecc, ho voluto provare questo prodotto per migliorare la grana della mia pelle. Ho fatto un solo ciclo di un paio di mesi e poi è iniziata l’estate, ma comunque mi sono fatta un’idea: intanto avevo paura che bruciasse e invece no, nel mio caso non ha fatto grossi problemi. Non mi ha neanche tirato fuori tante schifezze (forse la mia pelle, essendo secca, non aveva molto da dare al mondo) però in questo poco tempo i pori si sono ristretti, la grana della pelle è diventata subito più compatta e uniforme, proprio bella! Mi è piaciuto tantissimo perchè avevo paura che potesse essere aggressivo e invece non mi ha creato nessun problema. Non vedo l’ora che arrivi settembre per tornare ad usarlo! (non sono temeraria come Giulia e no, io non metto la crema solare sempre perchè prendo già talmente poco solo che mi ci manca… quindi non voglio rischiare la combo!)

Crema corpo lipo – drena – lift

Sara: presupposto 1) Io sono una mela, quindi la cellulite non è la mia nemica numero uno, ma soffro comunque di ritenzione idrica per via della combinazione genetica&lavoro sfigato.
Presupposto 2) Ho avuto una tiroidite e la mia tiroide (sempre la genetica, ahimè) non è proprio la ferrari delle tiroidi (diciamo che assomiglia di più ad una fiat sfigata…!) e tutti i prodotti con iodio&alghe, mi sono interdetti in particolar modo. Come tutte le ragazze che hanno avuto problemi con la tiroide, il 95% dei prodotti anticellulite e drenanti sfrutta le proprietà delle alghe per contrastare i sintomi della cellulite. Ero quindi alla ricerca di un prodotto che potesse aiutare senza crearmi problemi di salute, e questo si è rivelato l’ideale. Tra i suoi ingredienti, a meno che io non mi sia rincretinita, c’è un sacco di roba, ma niente che possa nuocere alla tiroide, nè in un senso, nè nell’altro. (I problemi delle tiroide sono molti e variegati, se avete avuto qualche sospetto, fatevi prescrivere dal medico di base gli esami del sangue appositi e sospendete l’uso di prodotti con alghe&co)
In particolare io mi accorgo quando mi si stanno gonfiando le gambe (in genere nell’interno coscia e sulle culotte de cheval). Sento proprio un pizzicorino, probabilmente dove la mia microcircolazione e il sistema linfatico stanno combattendo il problema. Allo stesso modo, dopo un vigoroso massaggio, la mia pelle si arrossa e si attiva, il pizzicorino si presenta di nuovo là dove i liquidi vengono drenati via. Ebbene, pur senza il vigoroso massaggio, (troppo stanca in questo periodo per darci dentro davvero) ma semplicemente inserendo la crema nella mia routine quotidiana con un massaggio di intensità media (non carezze, via, ma neanche un massaggior serio) ho iniziato a sentire da subito il pizzicore alle gambe nei punti critici. Il prodotto garantisce la perdita di un paio di cm, ma io non sono stata nè così brava nè così costante da poter dire se effettivamente snellisce. Quello che è certo è che la pelle è davvero più liscia, tesa e soda, e data la mia esperienza con la ritenzione idrica, più sgonfia. Superpromosso! Da brava mela, lo uso anche sulle braccia e ehm… in altri improbabili punti!

se ti è piaciuto leggi anche:

la mia routine skincare estiva per la pelle grassa
Il beauty essenziale per il bagaglio a mano

Architetto ed esperta di storia del Westeros.
Ama: i tatuaggi, la musica dei The Cure, giocare il guerriero a D&D e nuotare (male).
Odia: le cose brutte, quando nei film salgono sul letto con le scarpe, i dolci senza il cioccolato e le sopracciglia sottili.