Lo abbiamo aspettato per più di un mese, è il re dell’inverno, porta regali e chili in eccesso: oggi finalmente è Natale!

Tanti Auguri a voi. E a noi tre, che ci sentiamo tutti i giorni e mai ci fermiamo a ringraziarci a vicenda per quanto è bella questa esperienza con il blog. Siamo una ottima squadra tutti insieme, senza di voi lettori che ci seguite, commentate e ci fate sapere che apprezzate il nostro lavoro noi non saremmo niente. Quindi un brindisi virtuale a tutti noi!

Detto questo il post di oggi, a sei mani, vorrebbe diventare una tradizione natalizia, è iniziata l’anno scorso sulla nostra pagina facebook (la trovate qui, i consigli sono sempre validi!) in maniera molto ironica: una serie di consigli spiritosi per sopravvivere al giorno di Natale con amici e parenti. Quest’anno vogliamo continuare qui sul blog, e consigliarvi delle nuove strategie vincenti per arrivare a questa sera più sereni e rilassati possibile.

Estetica

Vita troppo frenetica? Avete corso come disgraziate fino al 24 dicembre per fare tutti i regali o, peggio, avete lavorato e il vostro appuntamento con la tinta è saltato? Comprate al volo un mascara per capelli del vostro colore e usatelo generosamente sulla riga. Non avete fatto in tempo? Optate per una capigliatura messy e voluminosa, in modo da mascherare le radici, indossate un bel paio di tacchi e nessuno  vedrà la ricrescita!

Le domande dei parenti

Tutti gli anni vi affliggono. Come l’anno scorso vi proponiamo di spostare immediatamente l’attenzione su qualcosa di più “goloso”. Quest’anno l’Inghilterra ci è amica:

“Quando lo fate un nipotino?”
“Non siamo mica ricchi come i reali d’Inghilterra, anzi, a proposito, hai visto che Kate è di nuovo incinta? Pensi che riciclerà di nuovo gli abiti delle precedenti gravidanze?”

“Ma non c’è troppa differenza d’età tra te e il tuo fidanzato?”
“Ma se Pippa Middleton si è sposata con un uomo di undici anni più grande. L’uomo maturo ha sempre fascino. E poi sembrava più giovane lui di lei, non trovi?”

“Non hai ancora un fidanzato?”
“Gli uomini non sono più come una volta. Pensa che il principe Harry si è dichiarato alla sua fidanzata mentre cucinavano un pollo arrosto! Per noi comuni mortali è anche peggio!”

“Ma non potevi trovare un uomo non divorziato?”
“Se Harry che è principe d’Inghilterra sposa un’americana divorziata, direi che posso fare anche io la stessa cosa!”

Fondamentale sfoderare il cellulare e mostrare le foto di cerimonie e interviste, in modo da stendere immediatamente le zie più accanite.

“Quando finisci gli studi?”
“Chiara Ferragni è una delle imprenditrici di maggior successo degli ultimi anni e non ha mai terminato l’università. Sto lavorando su una startup molto interessante ma la nicchia di mercato è da valutare con attenzione” (a seguire inserire termini possibilmente anglofoni come “influencer” “web marketing” “nomade digitale” etc… anzi, più spaventosi e astrusi sono, meglio è). Continuate con parlantina sciolta e poi passate al gossip spicciolo.
(Si ringrazia sentitamente la Royal Family per i golosi gossip con cui imbeccare i parenti durante questo Natale)

Cibo

Siete invitati da parenti e la zia ha cucinato per l’ennesima volta il piatto che più detestate al mondo. Che fare? Fingetevi indifferenti: se vi servite da soli, tipo giro di antipasti saltate o prendete un pezzo piccolo e comunque fate dei complimenti generali su quanto sia stato bravo chi ha preparato il pranzo, se invece la portata vi viene impiattata da altri cercate di contenere le porzioni o saltare con la scusa che siete già sazi o che volete tenervi del posto per assaggiare tutto. Se invece avete intolleranze o questioni etiche (siete vegani o vegetariani, siete intolleranti al lattosio o celiaci) se siete ancora in tempo, avvisate ORA altrimenti al momenti fatidico scusatevi per la dimenticanza, rinnovate i complimenti per il resto delle portate e magari fate il bis con qualcosa che gradite di più per far felice la cuoca e offritevi di portare per il pasto qualcosa di compatibile cucinato da voi, in modo da non mettere troppo in crisi il vostro ospite.

Tenere a bada i piccoli

Se avete fra i parenti bimbi piccoli e scatenati, e i genitori non se ne preoccupano abbastanza, create un diversivo per evitare scene di panico fra pianti e urla furiose. D’altronde il pranzo di Natale è una solfa per noi adulti immagina che puoi combinare se sei un bimbo con la glicemia alle stelle!

Se i pargoli sono ospiti in casa vostra attrezzate una stanza vicino alla sala da pranzo dove possano giocare in pace fra una portata e l’altra ma sotto il controllo dei genitori. Create un ambiente che li affascini e li faccia sentire in una favola, magari improvvisando un fortino con cuscini e lenzuoli, stendete un plaid per terra dove possano giocare scalzi senza raffreddarsi e procuratevi matite colorate e grandi fogli dove disegnare. Potreste anche stampare dei disegni da colorare che si trovano facilmente online (ne ho selezionati un po’ a tema natalizio quì), sono perfetti per tenerli impegnati a lungo! Con un po’ di fantasia avrete un Natale più tranquillo (per tutti!) e potrete godervi la compagnia dei genitori, che non saranno concentrati per tutto il tempo a tenere a bada le creature.

I dolci della visita a sorpresa

1) Crumble improvvisato
Ingredienti:
Biscotti o fiocchi tipo cornflakes, meglio integrali o avena
Gelato

Prendere i bicchierini da superalcolici o piccole coppette monoporzione, mettere uno strato di biscotti o fiocchi di avena sbriciolati di almeno mezzo cm, aggiungere gelato del gusto che avete in frigo, fare un ulteriore strato di biscotti o fiocchi, ma più sottile, spolverare con cacao.

2a) Pasta sfoglia e tavoletta di cioccolata
Stendere la sfoglia e tagliare a strisce le parti laterali intrecciandole sopra alla tavoletta. Spennellare uovo, latte o acqua. Infornare. Trovate qui la ricetta più dettagliata.

2b) Pasta sfoglia e frutta
Niente cioccolata? Niente paura! Se hai anche solo un paio di mele o pere svenute nella fruttiera, taglia a cerchi o a quadrotti la sfoglia, sbuccia la frutta, falla a pezzi sottili e appoggiala dentro i quadrotti in modo da lasciare un dito circa di bordo. Spennella con un velo di marmellata qualsiasi, appena diluita e inforna. Se vuoi dare un tocco di classe aggiungi una spolverata di zucchero per un effetto granella. 5 min in forno ed ecco le vostre sfogliatine.

Musica

Per finire in bellezza, se siete stufi delle solite canzoni strappalacrime di Natale e al prossimo Jingle bells avete deciso che vi suiciderete, aspettate ancora un secondo e provate la nostra playlist di Natale. Solo canzoni indie e rock e un po’ di cantautorato, politicamente scorretta: per ironizzare sul Natale e far scoprire la scena indie rock italiana alla zia Pina (va che poga ai concerti, poi).


Buon Natale a tutti voi! Noi ci leggiamo ancora giovedì con il nostro post dedicato ai preferiti dell’anno e poi via dritti nel 2018!
Sara, Giulia e Pamela

Architetto ed esperta di storia del Westeros.
Ama: i tatuaggi, la musica dei The Cure, giocare il guerriero a D&D e nuotare (male).
Odia: le cose brutte, quando nei film salgono sul letto con le scarpe, i dolci senza il cioccolato e le sopracciglia sottili.