Se la tendenza del momento ci dipinge un mondo futuristico distopico, in cui la tecnologia si rivolta contro il genere umano, noi nostalgici sogniamo ancora che alcune innovazioni tecnologiche dei film di fantascienza vengano inventate al più presto. E’ da quando sono bambina che mi aspetto un anno 2000 con viaggi nello spazio e macchine volanti, ma ancora niente. Continuo a dovermi accontentare di viaggiare in aereo per le grandi distanze e rimanere incolonnata nel traffico nel tragitto verso l’ufficio al mattino. Quindi mi sono chiesta: nella vita di tutti i giorni quale sarebbero le invenzioni che realmente ci cambierebbero la vita? Ecco la mia TOP 5!

1. Sonic Screwdriver (Doctor Who)

Ten rimarrà sempre il mio dottore preferito

Il ‘Cacciavite Sonico’ del dottore è uno strumento tuttofare, apre lucchetti e porte, effettua test e scansioni, interagisce con tecnologie aliene… insomma un cacciavite svizzero del futuro. Pensate a quando non riuscite a settare una nuova funzione della tv o non funziona la wi-fi, ecco se esistesse correreste subito a prendere il vostro cacciavite sonico! Oltre a risolvere i piccoli inconvenienti di tutti i giorni è un oggetto veramente stiloso, ammettiamolo! Io ne vorrei sicuramente uno.

2. Teletrasporto (Star Trek)

Star Trek oltre ad essere un telefilm culto per noi nerd, è stato un precursore di tantissime invenzioni tecnologiche del  nostro tempo: dal telefonino Startac della Motorola, all’Ipad e ai Google Glasses, ma ancora una cosa ci manca: il teletrasporto! Inventato come espediente narrativo per risolvere i problemi di budget elevato che avrebbe comportato la costruzione di navicelle da sbarco e lo stesso filmare gli atterraggi, è diventato una parte iconica del telefilm. Noi tutti sogniamo di impiegarci attimi per gli spostamenti lungo il pianeta, poter essere in un istante dall’altra parte della città o del mondo. Che poi gli incidenti capitino anche durante il teletrasporto è risaputo, ma al massimo si ci può ritrovare nell’universo specchio dove la tua versione cattiva porta i baffi… (se non avete capito la citazione correte a guardare la puntata 4 della seconda stagione!)

3.  J.A.R.V.I.S. (Iron Man)

L’aiutante virtuale di Tony Stark, ora sostituito da  F.R.I.D.A.Y. dopo gli avvenimenti di Avengers: Age of Ultron, è una specie di Siri all’ennesima potenza. E con una cortesia e verve british irresistibile. Chi non vorrebbe un proprio Jarvis che ti aiuta in tutte le piccole cose della vita? Personalmente non utilizzo neanche un agenda, al contario di Sara e Giulia che sono delle patite di liste e organizzazione, quindi un aiutino virtuale nella mia vita impegnata di tutti i giorni ci vorrebbe proprio!

4. Asciugacapelli (Hunger Games)

Se non avete letto i libri non siete a conoscenza di questa invenzione che compare per pochissimo nella storia ma che ha lasciato un segno indelebile nella mia memoria: a Panem, dove i cittadini vivono circondati da una tecnologia superiore rispetto al resto dei 12 Distretti, la moda e l’apparire sono importantissimi per i suoi cittadini. In uno specifico capitolo Katniss rimane stupita da questo marchingegno che, tramite un passaggio di corrente elettrica nel corpo, asciuga i capelli in un istante e li mette in piega. Questa è una richiesta a i più geniali scienziati della terra: inventatelo subito!

5. Istruzione ‘Plug In’ (Matrix)

Avete presente quando Neo si collega al Matrix e diventa un esperto di arti marziali in una notte? Quello è il sogno di noi pigri! Sarebbe fantastico imparare una lingua straniera alla perfezione in un attimo o avere la conoscenza di un intera enciclopedia senza fare nulla. Immaginate a quanto tempo potremmo dedicare a fare ciò che amiamo e alla perfezione! Penso a questi ultimi anni in cui ho iniziato a nuotare in maniera più ‘seria’ e alla fatica e all’impegno messi per raggiungere risultati che sono comunque lontanissimi da un obbiettivo vero… Certo, il bello di intraprendere un nuovo percorso sta sicuramente nel viaggio ma…se possiamo sognare facciamolo!

Se ti è piaciuto leggi anche:

La privacy ai tempi di Facebook
Chi ci sarebbe stato nella nostra classe?

 

Architetto ed esperta di storia del Westeros.
Ama: i tatuaggi, la musica dei The Cure, giocare il guerriero a D&D e nuotare (male).
Odia: le cose brutte, quando nei film salgono sul letto con le scarpe, i dolci senza il cioccolato e le sopracciglia sottili.