Eccoci alla fine di questa miniserie sul Giappone! E’ davvero un paese affascinante e particolare, assolutamente attrezzato e facile da visitare, che io straconsiglio a chiunque abbia vagamente l’idea.

Ovviamente ci sono cose splendide in Giappone, ma queste che vi elenco sono state per me inaspettate, che pure mi reputavo relativamete ferrata sul Giappone (per essere occidentale, ovvio!)

  1. timbri. Se volete dei ricordini carini a costo zero portatevi (o comprate) un piccolo quadernino con fogli bianchi. In molti luoghi troverete dei timbri i da apporvi. Se ne trovano in alcuni templi o santuari (non tutti) in alcune piccole stazioni del treno (in genere quelle più piccoline e turistiche, ma io ho avuto fortuna e l’ho trovato anche alla stazione di Tokyo!) è in altri luoghi turistici come per esempio la torre di Tokyo ( Che mi sono persa perchè quel giorno lo avevo dimenticato!) io ne ho trovato uno persino in un cimitero!
  2. La strada per il paradiso. In quasi tutti i templi e santuari potrete trovare un quadernino che si apre a fisarmonica. I più forniti hanno diverse copertine e fantasie. Ma a cosa servono? Potete farvi fare in shodo (calligrafia Giapponese) un’icrizione con il nome del tempio e i timbri rossi. La teoria vuole che, se lo completate, potrete raggiungere il paradiso. Ovviamente come è tipico nella mentalità Giapponese, non si faranno problemi a farvi le iscrizioni sia nei templi (buddisti) che nei santuari (scintoisti). Il sincretismo dei Giapponesi mi piace tanto!
  3. Mappe mappe e ancora mappe! Ovunque, anche nella stazione più strampalata, trovate una mappa del luogo. Ai Giapponesi le mappe piacciono molto e ve le forniranno in svariate lingue. Le troverete negli Hotel, nei centri commerciali, nei paesini e persino in alcuni templi (quelli più grossi). Non rischiate di perdervi, se le consultate con frequenza! I Giapponesi amano anche scriverci sopra (cosa che io invece odio!) quindi aspettatevi di trovarvele pasticciate da penne e pennarelli se chiedete un’indicazione!
  4. Infopoint. La mia gioia! Li abbiamo trovati ovunque, da Tokyo fino al paesino sulla montagna, passando per i complicatissimi sottopassaggi pieni di centri commerciali, senza contare i luoghi turistici più frequentati. La versione cartellone delle tanto adorate mappe! La cosa comoda è che troverete sempre il punto “voi siete qui” che vi aiuteranno ad orientarvi e a procedere nella direzione giusta! Io li ho adorati e se ne trovano con una certa frequenza, il che vi permette di capire se vi state muovendo nella direzione giusta senza tirare fuori google maps ogni tre minuti. Davvero comodi e ben fatti! Se le cittá Italiane fossero così curate il turismo sarebbe esplosivo!
  5. Menù illustrati o in inglese. A parte che quasi tutti i ristoranti espongono in una specie di vetrina delle inquietanti e perfette riproduzioni dei piatti, cosa un po’ strana, ma che vi permette di capire subito se una cosa può essere per voi appetitosa oppure no, e soprattutto se le quantitá sono adeguate. Comunque quasi ovunque (solo una volta ad Osaka abbiamo trovato un ristorante con il menù solo in Giapponese, ed era comunque munito di foto per la maggior parte dei piatti.) troverete dei comodi menù in inglese con le foto e l’elenco degli ingredienti, il che vi renderá facilissimo ordinare praticamente ovunque!
  6. Segnaletica orizzontale nelle stazioni. In molte stazioni troverete sul binario l’indicazione di quale carrozza si fermerà esattamente in quel punto, quindi, se avrete fatto la prenotazione di un posto, anzichè vagare anarchicamente come succederebbe in Italia, potete tranquillamente  posizionarvi giá sul binario al punto giusto, pronti a salire. Se non avete effettuato nessuna prenotazione, invece, poterete controllare i cartelli che indicano le carrozze non riservate e posizionarvi davanti a quelle. Inoltre in molte stazioni ci sono le indicazioni per aiutare a gestire meglio l’ingresso e l’uscita dai vagoni. Per noi Italiani è un po’ alieno ma vi garantisco che con molta folla è davvero comodo e comprensibile!
cose carine in giappone

In senso orario: alcuni timbri sul mio quadernino, cibi finti che sembrano veri, la strada per il paradiso e mappe, mappe, mappe!

Eccoci qui, il nostro viaggio attraverso il Giappone si conclude, sperando di aver incuriosito gli scettici e spronato gli indecisi a prenotare! Se volete leggere tutta la serie sul giappone, andate qui:

  1. Giappone, 8 cose da sapere
  2. Cibi da manga che ho assaggiato in Giappone
  3. Cose a cui non mi sono abituata in Giappone!
  4. Cose che NON troverete in Giappone!
  5. Lo stile delle ragazze Giapponesi
  6. Le Onsen Giapponesi
  7. Cose carine e utili  che troverete in Giappone

Se invece volete vedere tutti i nostri appunti di viaggio, andate qui

Se ti è piaciuto leggi anche:
5 invenzioni sci-fi che vorremmo già oggi!
Agendite, agende ad anelli, dove comprarle

Scrittrice famosa (per ora solo nella sua testa…)
Ama: scrivere, salire a piedi nudi sul tatami, i vecchi videogiochi, il cioccolato e quando il d20 rotola finalmente sul venti.
Odia: il suo lavoro, le giornate con meno di nove ore di sonno, sentirsi ripetere le cose due volte e pesarsi.