Qui a Genova la settimana si annuncia carica di vento gelido, pioggia e forse neve. Essendo una città di mare non siamo per niente abituati alla neve e già da qualche giorno si sente nelle conversazioni casuali – alla fermata del bus, in coda al supermercato, al bar –  un certo timore per questo evento metereologico. Noi di S&P abbiamo deciso di guardare avanti: la primavera è dietro l’angolo e sotto sotto non vediamo l’ora di rinunciare ai vari cappotti e agli stratagemmi per resistere al freddo! Ma cosa rimpiangeremo dell’inverno quando sarà ufficialmente finito? Ecco le nostre risposte! Se vuoi scoprire qualcosa di più su di noi, invece, vieni a scoprire chi siamo.

Giulia: le festività

Se non l’avete già capito da tutti i post che ho dedicato all’inverno, questa stagione mi piace, e molto. L’autunno è sicuramente il periodo dell’anno che preferisco, col suo freddo frizzante, Halloween, le foglie che cadono, le zucche, il vin brulè tenuto stretto fra le mani per scaldarsi. Poi scivola via veloce verso Dicembre, le feste, il Natale, i regali, i dolci, rivedere tutte le persone che ami per augurar loro ogni bene. C’è Capodanno, poi, c’è il carbone dolce da fare per la Befana per riempire la calza e già Carnevale si affaccia, con i suoi coriandoli, i travestimenti, i dolci fritti da gustare per le vie o da fare in casa per un weekend speciale. Adoro tutte queste feste e mi spiace un sacco abbandonare il periodo dell’anno che ne è più ricco. D’ora in poi, ammettiamolo, non c’è tutto questo divertimento: da atea la Pasqua la sento veramente poco, e dopo di quella il nulla. Ammettiamolo, la Festa della Repubblica non ha lo stesso appeal di Natale, dai. Sicuramente le festività sono la parte che mi mancherà di più e aspetterò speranzosa l’autunno perchè tutto questi circo ricominci!

Pamela: I calzini multicolor

Quando Giulia ci ha proposto questo tema la mia immediata risposta alla domanda cosa mi mancherà di questo inverno è stata: NIENTE. Io sono una persona estiva in tutto e per tutto, soffro il freddo, amo nuotare all’aperto, odio i giacconi e il mio mezzo di trasporto è lo scooter. Quindi per me l’inverno sono mesi e mesi di lunga tortura in cui mi alleno in piscina al chiuso invece che sotto il sole, per non parlare della nostalgia delle pause pranzo al mare a nuotare in mezzo ai pesci. Perfino gli abiti mi donano di più d’estate. Anche se ho qualche chiletto di troppo il mio fisico a mela ad 8 è valorizzato da vestitini e da pantaloncini e t-shirt, rispetto che i terribili maglioni e jeans invernali. Ma sforzandomi una cosa che amo dell’inverno c’è, (due se contiamo il pandoro con le gocce di cioccolato): la mia collezione di calzini multicolor. Io amo i calzini bizzarri, a righe, pois o con disegni buffi. Ne ho una quantità imbarazzante e mi diverto ad abbinarli (o no) ai miei outfit invernali. Fra i miei preferiti sia come qualità che come estetica ci sono quelli di Muji, che hanno un cotone resistentissimo e morbido, e quelli di Happy Socks una ditta super trendy che vende online e in alcuni negozi.

Sara: le luci e le decorazioni

Io soffro moltissimo la mancanza di luce, quindi, quando è stato il momento di scegliere la casa dove abitare, al contrario di Giulia che controllava che ci fosse la vasca da bagno (!), io sapevo solo che la volevo ultraluminosa. Cosa non facile, se si abita in cittá e trovarsi tra i palazzoni o dal lato “sbagliato” del condominio è un attimo. Infatti sebbene il freddo non sia una pacchia neanche per me (mela a otto che prende 5kg solo indossando il maglione? Eccomi, sono io!) il disagio non è niente in confronto alla depressione da mancanza di luce. Inoltre sono una maniaca delle feste e di decorazione in generale, ho un set di tazze, zuccheriera e piatto da dolceme apposta da usare a Natale, appendo due ghirlande alla porta, acquisto ogni anno una pallina “speciale” e poi festoni, luci e ninnoli da appendere in ogni dove in casa. quindi capirete la depressione galoppante che mi prende quando è il momento di mettere via questo tripudio di Luccichio per affrontare un ancora buissimo e gelido gennaio ed un quasi altrettanto buio febbraio. E capirete anche perchè quando Giulia ha pubblicato “otto cose da fare a gennaio” io fossi davvero entusiasta, al punto di costringerla a tirare fuori nuove idee anche quest’anno!

Se ti è piaciuto questo articolo leggi anche:
I preferiti di Gennaio, i nostri elettrodomestici del cuore
Cose che facevamo prima che fossero mainstream

Giulia, Pamela e Sara. Tre ragazze di Genova convinte che per sopravvivere nel mondo moderno ci vogliano le soluzioni giuste. Scopri chi siamo qui.
Amano: le riunioni di redazione col sushi, le cose che ti semplificano la vita, Instagram.
Odiano: le to-do list infinite, la dieta e il make up che sbava.