Marzo è ufficialmente il momento in cui tutti iniziano ad iscriversi in palestra. Passati Natale e Carnevale, a breve il giro di boa di Pasqua promette di portarci sulla via del non ritorno… Se volete davvero andare in palestra, magari per dimagire un po’ o ancora meglio se avete trovato un’attività fisica che vi entusiasma, vi serve una borsa ben organizzata!

Vediamo dunque gli elementi necessari per rendere l’esperienza il più facile e gradevole possibile:

Prima di tutto la borsa da palestra:

esatto. Non buttare tutto nella prima sacca che trovi. Se fai sport in modo continuativo ti serve una borsa resistente, capiente il giusto e con le caratteristiche giuste. Se vai a piedi o hai una borsa molto pesante (come la mia) uno zaino o una borsa che faccia da zaino è la scelta migliore. Valuta anche la leggerezza del materiale, l’impermeabilità (soprattutto se vai a piedi o in motorino) e il numero di tasche. Queste le metto per ultime perchè se una borsa ha tutte le caratteristiche precedenti, puoi ovviare alle tasche con un piccolo set di beauty per avere tutto a portata di mano.

Le migliori borse da palestra:

  1. La classica, multitasca e a tracolla, ti consente di suddividere tutto il materiale nei vari spazi, per l’organizzazione perfetta, al millimetro, inoltre questi modelli sono in genere molto capienti e come vedi si trovano in moltissime varianti di colore. Contro: solo il fondo è resistente all’acqua, ergo, una pioggerellina non sarà un problema, ma in caso di acquazzoni forti il contenuto protrebbe inumidirsi se ti sposti a piedi e di solito questi modelli non sono leggerissimi.
  2. Ultraleggera: perfetta se vuoi il minimo peso da portarti dietro. E’ impermeabile, quindi anche nello spogliatoio più bagnaticcio o con l’ombrello più piccolo, le tue cose sono asciutte e al sicuro; il tutto al minimo prezzo, perfetta se vuoi cominciare e non sei sicura se proseguirai o se hai poche cose da portarti dietro. Contro: questo modello non ha tracolla (anche se altri più costosi la hanno) e non ci sono tasche. Quindi se vuoi qualche speranza di ritrovare il tuo cellulare dopo la sessione di zumba, devi armarti di beauty belli capienti, magari trasparenti per trovare tutto al primo colpo.
  3. La tecnica: multifunzione, multitasca, si trasforma da sacca a zaino e da zaino a sacca, si ripiega in un disco ed è dotata di tasche, è ultraleggera, resistente all’acqua e persino economica! Contro: il colore, ma sono sicura che frugando si trovano fantasie meno… appariscenti? altro contro, a volte i modelli trasformabili da sacca a zaino in una delle due versioni sono un po’ più scomodi dell’equivalente monoversione, inoltre essendo “solo” resistente all’acqua, potrebbe non reggere condizioni estreme. Comunque, straconsigliata!

Scarpe:

moltissime palestre richiedono giustamente un cambio scarpe per accedere alle sale. Oltre all’igiene, valuta il tipo di attivitá che devi svolgere e scegli un modello leggero, traspirante e con la suola sufficientemente flessibile. Se poi è anche colorato, meglio!

Abiti comodi:

questo è molto variabile, dipende dai gusti personali e dal tipo di attivitá, ma comunque se un capo ti stringe, lo perdi, ha dei laccetti che ti impicciano, non va bene. Cerca di scegliere modelli elasticizzati e morbidi, possibilmente in cotone o tessuto tecnico, che asciugano in fretta e sono confortevoli sulla pelle. Valuta anche una felpa leggera se lo spogliatoio è grande e freddo e tu esci dal tuo corso completamente sudata.

Reggiseno sportivo:

su questo non transigo, anche in caso tu fossi una zerozerotette in incognito, un minimo di top è sempre consigliato per preservare il seno da strattoni e stress. Esistono modelli per tutte le tasche e tutte le taglie. Se il seno è minimal scegli pure un modello basic e morbido, ma se il seno è molto pesante opta per un modello tecnico con spalline larghe imbottite e regolabile. I migliori che ho provato sono della Triumph per attività ad alto impatto, e sono anche gli unici che non trasformano il seno in una mortificante frittella. Sconsiglio la cerniera centrale, che potrebbe piegarsi e creare un fastidioso rigonfiamento rigido sotto la maglietta, meglio un classico doppio o triplo gancetto, a prova di qualsiasi attività!

I migliori reggiseni sportivi:

  1. Triumph attività ad altro impatto: è il mio preferito, lo adoro e lo tratto con una cura morbosa per non rovinarlo. Le spalline sono imbottite, morbide, la coppa non mortifica il seno e il colore non è nè fluorescente, nè triste. Asciuga velocemente ed è a prova di qualsiasi acrobazia. Contro: ditemelo voi che io non saprei proprio!
  2. Syrokan ad alto impatto: con un prezzo leggermente più economico, non garantisco la resa “estetica” sul seno, ma sembra davvero avvolgere bene e mi sembra il perfetto rapporto qualità/prezzo per chi ha un seno grande o svolge un’attività intensa. Contro: la regolazione con il velcro potrebbe modificarne la tenuta a lungo andare, anche se garantisce una regolazione al millimetro. Da valutare.
  3. HITOP: più economico e con meno rinforzi dei precedenti, adatto a chi ha poco seno o comunque una taglia normale e svolge attività più tranquille, come yoga, ciclette, o macchine ad un livello non troppo intenso. Le cuciture sembrano avvolgere bene la coppa. Contro: controindicato in caso di attività itensa, corsa, arti marziali o pugilato.

Cambio di biancheria:

se fai la doccia è d’obbligo, neanche a dirlo, ma anche se ti lavi a casa, se sudi molto potresti desiderare di togliere l’intimo umido da dosso.

Borraccia:

Per reintegrare liquidi e sali minerali dopo lìattività fisica intensa, più igienica ed ecologica delle bottiglie di plastica, vi rimando al nostro articolo qui. Io ho scelto la 24bottle, leggerissima, superigienica, l’acqua rimane buona anche se te la dimentichi! L’ho fotografata qualche tempo fa sul nostro instagram.

Asciugamano in microfibra:

o accappatoio. La microfibra è leggera e assorbe bene l’acqua in eccesso, inoltre asciuga velocemente. Se hai i capelli lunghi valuta anche un asciugamano o un turbante per accelerare le operazioni di asciugatura.

  1. Per esempio questo tipo di asciugamano occupa poco spazio in borsa, si lava facilmente e si asciuga abbastanza in fretta!
  2. Il turbante, se hai capelli ricci e molto porosi, come consiglia Giulia, ti permette di vestirti comodamente senza inzuppare i vestiti e arrivare al phon decisamente avvantaggiata!

Asciugamano per le macchine:

se fai palestra classica, l’asciugamano per lavorare sulle panche e lasciarle pulite dopo l’uso è un obbligo. Sia per igiene che per educazione. Ovviamente non è una buona idea usarlo per asciugarsi dopo la doccia, ma ne basta anche uno piccino.

Ciabattine da doccia:

indispensabili per evitare funghi e sgradevoli batteri. Anche in questo caso scegli un modello leggero ma non troppo sottile, in modo che ti isolino dal pavimento che per quanto pulito non sará mai splendente. Inoltre ti aiuta ad avere un posto dove appoggiare i piedi mentre ti cambi. io ho un modello simile a queste, ma più anatomico e di un’altra marca che non ho trovato.
Tips: se non devi fare la doccia, ma ti fa schifo comunque appoggiare i piedi per terra (come darti torto?) esistono quei dischi di decathlon ma io non li consiglio. Ho visto invece una ragazza togliersi con nonchalance la maglietta da allenamento ed usarla come tappetino per cambiarsi. Una volta a casa, una bella lavatrice a 90° e passa la paura!

Beauty da appendere:

soprattutto in caso di spogliatoi affollati, è comodo per avere tutto a portata di mano ben suddiviso nelle varie tasche. Anche in questo caso è fondamentale la tasca a retina per mettere i boccettini di shampoo ecc per far sì che mentre finite di prepararvi si asciughino. Se poi è anche impermeabile, meglio, visto che mescolerete oggetti umidi ad altri asciutti, e proteggerá i vostri vestiti da possibili incidenti dovuti ai tappi dello shampoo.

I migliori beauty da palestra:

  1. Quelli che si appendono: questo è molto capiente, ha due retine, una per gli oggetti più minuti e una grande per le boccette umide. Sembra anche abbastanza spazioso per inserire il turbante o il secondo asciugamano! Questo  e questo sono invece perfetti se vi portate molti piccoli oggetti come lenti a contatto, struccante e qualche prodotto di makeup. Questo è particolarmente compatto e ha il vantaggio di stare in piedi se lo appoggiate su una panca.
  2. I trasparenti: Perfetti i set se avete poche tasche, per mettere tutti i vostri effetti personali e se volete tenere tutto sott’occhio. Questo è anche a prova di bagaglio a mano.
  3. Gli altri, ovvero un mix di altri modelli interessanti: La sacca capiente, perfetta se avete tanti oggetti ma allo stesso tempo volete una super organizzazione e avere tutto a vista. l’ideale per le fan del metodo Kondo! La coppia di buste minimal in coordinato, per tenere makeup e prodotti da doccia separati o per avere un borsellino extra con le monetine per le macchinette! Il modello economico: trasparente, con due miniretine laterali e dotato di maniglie. Credo che abbia una gran durata, ma se non volete spendere, neanche dal cinese troverete qualcosa di così economico!

Minisize:

di shampoo, docciaschiuma e varie. Soprattutto di una dimensione che vi consenta qualche settimana di autonomia prima di fare il refill. Io mi trovo bene con le confezioni di Lush, che tra l’altro vi rifornisce anche di shampoo e balsamo solidi se volete avere la certezza extra di non rovesciare mai nulla nella borsa. Se avete fatto decluttering di recente e avete dei campioni mi da finire, utilizzateli. Sono leggeri e non vi ingombreranno al ritorno!

Le migliori confezioni di minitaglie:

  1. Queste confezioni da quattro sono abbastanza capienti (89ml) hanno 4 colori e un sistema nel tappo che vi permette di segnare il contenuto interno (casomai vi dimenticaste in quale boccettina avete messo lo shampoo!).
  2. Queste hanno tutte quelle caratteristiche e in più un foro sulla confezione che vi permette di appenderle ad eventuali ganci. sia queste che quelle sopra sono adatte come quantità per i viaggi in aereo!
  3. le bottiglie per prodotti da doccia di ikea non compaiono sul sito di Ikea Italia (o almeno io non li ho trovati!) ma li aveva una ragazza che faceva palestra con me e sia la forma (quadrata)che la dimensione li rendono molto comodi per la sacca da sport.

Phon da viaggio:

se avete capelli lunghi o d’inverno, soprattutto se la palestra non vi fornisce un phon da muro. I modelli più leggeri e pieghevoli sono i più indicati. Se siete ricce sappiate che esistono un diffusore pieghevole e uno morbido, che vi salveranno da un mosso crespo improbabile. Aggiungete un adattatore per far fronte a qualsiasi tipo di presa!

Minitrousse di trucchi:

assolutamente opzionale, ma a me capita spesso di uscire direttamente dalla palestra e andare a cena con amici. L’ideale è sceglierne una piccola e basica con l’indispensabile. Nella mia potete trovare: una matita nera, ombretto champagne, correttore, illuminante in crema, lucida labbra colorato e minisize di profumo. Se volete qualcosa in più, sbirciate nel beauty base.

 

Se ti è piaciuto leggi anche:
Cosa regalare a chi fa Yoga
Il Beauty makup in caso di problemi

Scrittrice famosa (per ora solo nella sua testa…)
Ama: scrivere, salire a piedi nudi sul tatami, i vecchi videogiochi, il cioccolato e quando il d20 rotola finalmente sul venti.
Odia: il suo lavoro, le giornate con meno di nove ore di sonno, sentirsi ripetere le cose due volte e pesarsi.