Guardando riviste e siti di arredamento il nuovo trend per decorare casa è la composizione di cornici, ricreare sulle pareti dei nostri appartamenti delle composizioni studiate di foto, dipinti e immagini. Con l’avvento della fotografia digitale è molto raro stampare una foto ricordo, e questa potrebbe essere l’occasione per tirare fuori dal cassetto un immagine che ci ricorda un bel viaggio fatto, gli amici e i parenti più cari, o solo un bel panorama che ci faccia sognare.
Ma come fare a replicare le immagini da sogno che trovate nelle riviste? Bastano pochi step ma ragionati. Perchè anche quelle che sembrano composizioni casuali sono frutto di un attento studio.

Step 1: scegliere la parete che volete decorare
Fate un giro per la vostra casa e scegliete una parete che ha bisogno di essere decorata, che sia un buon punto di vista per accogliere le cornici e che abbia una bella luce naturale. Cercate un punto che di solito rimane sgombro da mobili appesi, sopra il divano per esempio o nella parete dietro al tavolo da pranzo. Tenete conto di due fattori nello scegliere la stanza: nella zona notte (camere e studi) il contesto è più privato, e raramente vi entreranno gli ospiti, per cui sono più adatte immagini personali e romantiche, come foto di coppia o del matrimonio, mentre nella zona giorno sarebbe preferibile scegliere foto più generiche magari di un viaggio o una foto di gruppo con amici. Non sarebbe di buon gusto mettere una selfie di coppia durante un bacio, che dite?Scelto il contesto e la parete da decorare dovete capire quanto spazio avete a disposizione per la composizione e a che altezza arrivano i mobili che sono nel contorno della vostra ipotetica composizione. Di solito le cornici si appendono nel range del campo visivo da in piedi, quindi il baricentro della composizione sta a circa 160 cm da terra.

disposizione_cornici

credits: acasaqueaminhavoqueria.com ; urbanoutfitters.com

Step 2: scegliete che tipo di composizione fare rispetto alla parete
Fatevi un idea di base, anche scopiazzando i mille template che trovate in internet, sulla tipologia di composizione che può adattarsi alla parete. Le più classiche sono le forme a rettangolo, oppure allineate in orizzontale o verticale. Se avete intenzione di appendere una o più foto in particolare, valutate nella scelta del template se il taglio delle foto vi servirà in orizzontale o verticale, e cercate un disegno che si adatti ad esse. Poi seguite quello che la parete vi suggerisce , quello che è lo spazio da riempire. Per esempio sopra il divano la composizione sarà principalmente un rettangolo allungato invece lungo le scale seguirà l’andamento delle stesse a salire. Di conseguenza saprete che tipologia di cornice acquistare.
Le cornici in commercio, anche se per i formati foto standard,avranno dimensioni variabili in base allo spessore della stessa, del decoro e della parte a passepartout. Quindi non aspettatevi, sopratutto se l’intenzione è quella di mischiare modelli diversi, di trovare cornici della stessa dimensione. Ma avere già in mente una forma base aiuta a sapere quante cornici comprare, di che dimensione circa, e se vi servono orizzontali o verticali.

 

Step 3: comprare le cornici
Eccoci arrivate alla parte divertente! Lo shopping! Avete i vostri appunti sulla forma e dimensione scelte, ora dovete solo andare a caccia delle cornici perfette. Potete scegliere se comprare un unico modello di cornice nei formati necessari per un risultato elegante e ordinato, o se comprare più modelli di cornici variando decoro colori e materiali per un risultato sicuramente più complesso e trendy.
In entrambi i casi dovrete valutare sia il colore della parete che i colori della stanza in generale. Il contrasto con il colore di base aiuterà a far risaltare la composizione, quindi su pareti colorate le cornici sono preferibilmente bianche, mentre sul bianco potreste riprendere o il colore dominante dell’arredo o scegliere quello che viene chiamato l’accento di colore (ossia: avete il mobilio sui toni del grigio ma avete scelto i cuscini del divano cartazzucchero? potreste scegliere il cartazzucchero anche per le cornici). Si può giocare sia abbinando due colori di cornici, preferibilmente un colore base neutro (bianco, nero, grigio) con l’accenno di colore di cui parlavamo prima, oppure materiali diversi (legno grezzo e cornice laccata colorata), ricordatevi solo che le cornici in metallo e vetro sono out sulla parete, quelle vanno utilizzate esclusivamente da appoggio sui mobili.

compisizione di cornici

credits: homedesignetc.com ; pinterest.com

 

Step 4: selezionare il contenuto delle cornici
Avete la composizione scelta e  avete le cornici, ora tocca a le foto da incorniciare. Con la guida della composizione saprete già se le immagini saranno a taglio orizzontale o verticale, per cui scegliere le immagini sarà facile. Tenete conto però del colore delle cornici comprate per selezionare il contenuto. Una foto dai toni molto scuri starà bene in una cornice bianca o chiara, mentre per le foto in bianco e nero sono molto adatte quelle scure o nere. Ricordatevi di farvi un appunto da portare al momento della stampa con il nome del file e il formato necessario. Potreste valutate anche di far dare una ritoccatina alle foto scelte, sopratutto se sono foto amatoriali, il fotografo da cui le stamperete potrebbe aiutarvi a sistemare contrasto, colori e inquadratura in modo ottenere il massimo da un bel ricordo. E no, non vale far togliere rughe e cellulite con photoshop!

occorrente_cornici

L’occorrente da procurarsi prima di iniziare ad apppendere: carta da pacchi, scotch di carta, bolla e righello

 

Step 5: fate una prova della composizione a terra
Procuratevi della carta da pacchi e stendetela per terra, su di essa provate la composizione per vedere come sta nel suo insieme, valutate la distanza fra una foto e l’altra (di solito stanno bene abbastanza ravvicinate fra di loro), se non siete convinte della composizione fate delle foto con lo smartphone alle alternative possibili e riguardatele dopo un po’ di tempo. Siete arrivati a una decisione?

cornici_retro

Le cornici pronte per essere ricalcate

 

Step 6: segnate i contorni delle cornici con un pennarello spesso sulla carta da pacchi
Per segnare il contorno sulla carta da pacchi assicuratevi con righelli (le squadre per il disegno tecnico delle medie sono l’ideale) che le foto siano ben allineate e dritte, segnate il contorno con una matita e poi ricalcatelo con un pennarello spesso e ben visibile. A questo punto appendete alla parete la carta da pacchi con la composizione ricalcata sopra e allontanatevi. Vi convince ancora? Sta bene con il mobilio o alcune foto sono nascoste? Questa è la prova del 9.

traccia_cornici

Ecco come dovrebbe apparire il vostro schema da appendere al muro

 

Step 7: fate il segno di dove deve essere collocato il chiodo sulla carta da pacchi
Si può fare semplicemente girando la cornice e collocandoci sopra la carta da pacchi in corrispondenza del contorno segnato precedentemente. anche se la carta non è trasparente riuscirete facilmente a tatto a trovare il punto esatto di dove va piantato il chiodo. Un altro metodo è quello di misurare con un righello il punto esatto. Ricordatevi di essere più precisi possibile in questa fase, ne dipenderà il risultato finale. Eseguite questo step per tutte le cornici. Fatto ciò segnate una lunga linea orizzontale sotto o sopra alla composizione, parallela al lato orizzontale delle cornici.

composizione di cornici, preparativi

1-segno del punto dove andrete a posizionare il chiodo ricalcato dalla cornice 2-composizione appesa per prova 3- chiodo appeso nel punto ricalcato

 

Step 8: appendete la carta da pacchi con il disegno della composizione alla parete
Ci siamo quasi, prendete la carta da pacchi con disegnato sopra le tracce delle cornici, i punti dove andranno posizionati i chiodi e la linea orizzontale e appendetela con lo scotch di carta alla parete nel punto prescelto. Centratela rispetto alla parete, al divano, al mobile di riferimento, all’altezza giusta etc… Per posizionare la composizione dritta utilizzeremo la linea orizzontale che vi ho fatto fare prima: mettete in bolla la linea. So che è un termine da cantiere ma è l’unico modo per assicurarvi che sia tutto dritto. E se c’è una cosa che non se pò vedè è una composizione di cornici storte. Come fare? Vi serve o una bolla, quella della cassetta per gli attrezzi per intenderci (se non la avete ci sono un sacco di app per smartphone che simulano la bolla) fate in modo che la linea orizzontale segua la direzione della bolla e il gioco è fatto. Potete quindi piantare i chiodi nei punti stabiliti facendo un segnetto con la matita bucando la carta o direttamente sulla carta che poi andrete a strappare dal muro.

 

Step 9: appendete finalmente le cornici
Seguendo il pattern appendete le cornici che dovrebbero essere perfettamente allineate, centrate e dritte! Nel caso qualche cornice avesse il baricento sbilanciato e tendesse a stare storta potete sempre metterla in bolla e fissare la parte inferiore interna verso il muro con un filo di scotch biadesivo.

esempi_cornici

credits: avenue lifestyle instagram ; imaginationforbreakfast.com

 

Step 10: godetevi il lavoro fatto
Invitate amici e parenti e mostrate la vostra opera, raccontate loro dei ricordi legati alle fotografie che avete incorniciato, i vostri viaggi, come eravate e come erano all’epoca dello scatto… ve lo siete meritati!

Se ti è piaciuto leggi anche:

Decluttering: Cos’è e perchè
Sfogliamo insieme il catalogo Ikea 2017

*** Questo post contiene dei link affiliati ad Amazon. Se compri passando attraverso questi link, noi riceviamo una piiiiccola percentuale che serve a sostenere le spese di questo blog, e tu non spendi di più. Le nostri opinioni sono del tutto disinteressate, perchè per noi non cambia nulla consigliarti un prodotto invece che un altro. Se vuoi saperne di più, leggi qui! ***

Architetto ed esperta di storia del Westeros.
Ama: i tatuaggi, la musica dei The Cure, giocare il guerriero a D&D e nuotare (male).
Odia: le cose brutte, quando nei film salgono sul letto con le scarpe, i dolci senza il cioccolato e le sopracciglia sottili.